Synthesis News

Studio Synthesis

Soluzioni concrete per problemi complessi

Approfondimento Sicurezza sul Lavoro: RLS e RLST

E-mail Stampa PDF

Prevenzione e protezione: nell’ambito della sicurezza sul lavoro, sono gli elementi fondamentali per garantire a chiunque si trovi all’interno di un luogo di lavoro le necessarie tranquillità  e tutela.

I ruoli di RLS e RLST sono preponderanti in tal senso, ed è bene che queste figure conoscano in modo approfondito i propri obblighi e mansioni.

Per permettere ai responsabili della sicurezza di analizzare in modo ragionato il proprio luogo di lavoro e di individuare eventuali aree di intervento per garantire la sicurezza e prevenire incidenti e infortuni, pubblichiamo un estratto della guida ragionata realizzata dalla Camera del Lavoro Metropolitana di Genova e disponibile integralmente a questo link.

Per garantire ai dipendenti, collaboratori e visitatori della vostra azienda o attività la formazione prevista per legge in materia di Sicurezza Sul Lavoro, vi invitiamo a contattarci o a visitare la sezione dedicata del nostro sito.

 

 

La sicurezza in azienda: ruoli e mansioni.

1. Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (Articolo37)

Obbligatorio per legge in ogni azienda o unità produttiva, ha il compito di supervisionare le aree di lavoro o produzione. Il numero di RLS per azienda si calcola secondo i seguenti termini:

un rappresentante nelle aziende ovvero unità produttive sino a 200 lavoratori;

tre rappresentanti nelle aziende ovvero unità produttive da 201 a 1.000 lavoratori;

sei rappresentanti in tutte le altre aziende o unità produttive oltre i 1.000 lavoratori.

In tali aziende il numero dei rappresentanti è aumentato nella misura individuata dagli accordi interconfederali o dalla contrattazione collettiva.

2. Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza territoriale (Articolo 38)

Esercita le competenze del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza con le modalità ivi previste con riferimento a tutte le aziende o unità produttive del territorio o del comparto di competenza nelle quali non sia stato eletto o designato il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza.

Viene consultato in merito ai corsi e agli aggiornamenti in materia di sicurezza, riceve le informazioni relative alla valutazione dei rischi e quelle provenienti dai servizi di vigilanza, promuove l’elaborazione, l’individuazione e l’attuazione delle misure di prevenzione idonee a tutelare la salute e l’integrità fisica dei lavoratori.

È suo dovere avvertire il responsabile dell’azienda circa i rischi che individua e avvertire le autorità competenti qualora ritenga che le misure di prevenzione e protezione non siano sufficienti.

Ai sensi di legge, sono equiparati ai lavoratori ai fini della tutela in materia di sicurezza:

1) i soci lavoratori di cooperativa o di società, anche di fatto, che prestano la loro attività per conto delle società e dell’ente stesso;

2) gli associati in partecipazione di cui all’articolo 2549, 2e seguenti del codice civile [1];

3) i partecipanti a iniziative di tirocini formativi e di orientamento (quindi anche stage, percorsi di alternanza studio-lavoro, ecc.);

4) gli allievi degli istituti di istruzione ed universitari e i partecipanti ai corsi di formazione professionale nei quali si faccia uso di laboratori, attrezzature di lavoro in genere, agenti chimici, fisici e biologici, ivi comprese le apparecchiature fornite di videoterminali (limitatamente ai periodi in cui l’allievo stesso è effettivamente applicato alle strumentazioni o ai laboratori in questione), in poche parole gli studenti che si trovano nelle condizioni sopraindicate;

5) i volontari del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e della protezione civile

6) infine i lavoratori di cui al decreto legislativo 1° dicembre 1997, n. 468, e successive modificazioni, ovvero gli addetti ai cosiddetti “lavori socialmente utili” o LSU.

 

I lavoratori, mediante loro rappresentanze, hanno diritto di controllare l'applicazione delle norme per la prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali e di promuovere la ricerca, l'elaborazione e l'attuazione di tutte le misure idonee a tutelare la loro salute e la loro integrità fisica.

Art. 9 legge 300/1970

 

You are here: Home

Cloud Computing

Le imprese possono attendersi grandi benefici in termini di flessibilità e rapporto costo / efficacia, abbracciando i servizi sulla cosiddetta cloud. I vantaggi di un modello a consumo dei servizi di hosting virtuali sono innumerevoli, in particolare se si integrano i processi di business e le applicazioni correnti.

vtiger CRM

vtiger è un software opensource sviluppato da Advent Net e famoso in tutto il mondo. E' primariamente software pensato per gestire le relazioni con i propri clienti. La sua robustezza e versatilità lo rendono una soluzione adatta e convincente per rispondere a svariate esigenze.

Pentaho BI

La Suite di Business Intelligence Pentaho fornisce un intera gamma di possibilità che vanno dalla reportistica, l'analisi interattiva, le dashboards, l'ETL/data integration, il data mining, per arrivare alla piattaforma che l'hanno resa la suite open source più popolare.

Evolutivo BPM

Il BPM è pensato per la gestione dei processi aziendali. Tramite un semplice configuratore grafico è possibile gestire flussi approvativi o casi aziendali (ticket di assistenza, altre casistiche) più disparati.
La scelta si basa su una tecnologia di integrazione.

Support Center

Per assistenza tecnica crm scrivere a support@vtigersolutions.com
Per i corsi di formazione: corsi@vtigersolutions.com
Consulenza legale: blog.studiosynthesis.biz
Telefono: 0308336089 
Mail: info@studiosynthesis.biz
Studio Synthesis srl - via P. Beretta 10
25063 Gardone VT (BS)

Follow Us

Follow us on Twitter: www.twitter.com/
Become a Fan on Facebook: www.facebook.com/
Read our Blog: synthesisblog.com
Link to us here: www.studiosynthesis.biz/links
Join our LinkedIn Group: http://linkd.in/bOUjad